Problemi relazionali nei diversi contesti

Si tratta di difficoltà nelle relazioni che ognuno di noi ha con se stesso, con gli altri e con il mondo che talvolta entrano in una sorta di cortocircuito difficile da gestire e che può bloccare o attivare in maniera eccessiva le reazioni della persona, fino a degenerare talvolta anche nella patologia.

In termini concreti, gli ambiti nei quali possono presentarsi difficoltà nei contesti usuali di vita della persona possono essere:

  • lavoro
  • coppia
  • famiglia
  • ambito sociale

Qualsiasi sia l’ambito di disagio, esso deriva da modalità percettive e reattive disfunzionali rispetto alla propria realtà che impediscono alla persona di gestire adeguatamente la reltà che costruisce.
Obiettivo della terapa strategica è quello di interrompere il circolo vizioso e di tentare soluzioni attraverso specifici stratagemmi che portano la persona a superare completamente e definitivamente il problema, modificando le reazioni che, a loro volta, consentono di mutare le percezioni.
Il risultato sarò la costruzione di un nuovo equilibrio o sistema percettivo-reattivo, utilizzando il linguaggio della terapia breve strategica che, reiterato nel tempo, si consoliderà quale equilibrio più funzionale per la persona, consentendole di gestire la realtà che costruisce e non più di subirla.

In alcuni casi, il problema presentato non richiede una vera e propria psicoterapia, quanto piuttosto un percorso di consulenza strategica che, utilizzando le tecniche di problem solving strategico, consente alla persona o al sistema di trasformare i propri limiti in risorse attraverso le quali raggiungre i propri obiettivi.

Grazie alla ricerca empirica continuamente in evoluzione presso il Centro di Terapia Strategica di Arezzo e gli Psicoterapeuti Ufficiali, è possibile affermare che negli ultini vent’anni, l’82% dei casi di problemi relazionali nei diversi contesti è stato risolto in un numero di sedute molto ridotto.

Per saperne di più:

con sé stessi:
Nardone G., 1994
Manuale di Sopravvivenza per psico-pazienti; ovvero come evitare le trappole della psichiatria e della psicoterapia – Ponte alle Grazie, Firenze
Nardone G., 2003
Cavalcare la propria tigre – Ponte alle Grazie, Milano
Nardone G., 2007
Solcare il mare all’insaputa del cielo – Ponte alle Grazie, Milano

nella famiglia:
Nardone G., Giannotti E., Rocchi R., 2001
Modelli di famiglia – Ponte alle Grazie, Milano

nella coppia:
Nardone G., 2005
Correggimi se sbaglio – Ponte alle Grazie, Milano
Nardone G., 2010
Gli errori delle donne (in amore) – Ponte alle Grazie, Milano


nell’organizzazione:
Milanese R., Mordazzi P., 2007
Coaching Strategico – Ponte alle Grazie, Milano

nella scuola:
Balbi E., Artini A., 2009
Curare la scuola – Ponte alle Grazie, Milano